Dolci fragole di Primavera

Pubblicato il

Non c’è primavera senza le fragole, ottime al naturale, ma ancor più buone con lo zucchero, l’aceto balsamico oppure in frullati, estratti e naturalmente quando sono protagoniste di torte e gelati.

La fragola si trova sui banchi del mercato da aprile a settembre, anche se esistono varietà tardive che si raccolgono fino a novembre e naturalmente quelle coltivate in serra o importate dai paesi più caldi, che si raccolgono tutto l’anno!

Il sapore della fragola e soprattutto il suo profumo sono facilmente riconoscibili e avvolgono subito in un’atmosfera spensierata…tipica della primavera!

Il gelato alla fragola è uno dei gusti più amati da grandi e piccini e le tartellette con le fragole sono protagoniste di ogni vassoio di pasticcini che si rispetti! Troviamo questo dolce, rosso frutto su cheesecake, crostate e monoporzioni, sotto forma di gelée o di glassa…e chi più ne ha più ne metta! L’abbinamento più classico è con la panna, il fiordilatte o il limone…ma perché non provare una coppetta di fragole e gelato all’aceto balsamico? Dolce e rinfrescante, irrinunciabile!

Siete sicuri di conoscere bene bene le fragole? Ecco che vi sveliamo qualche consiglio per conservarle e consumarle al meglio!  

Innanzitutto, sappiamo che spesso non ci si presta attenzione, ma di fragole ne esistono tantissime varietà, alcune piccole e rotonde, altre molto più grandi, più o meno rosse, dal gusto dolcissimo oppure più acido. Fragola di Tortona (presidio SlowFood), Mara De Bois, Sabrosa (della Basilicata), Annabelle, Regina delle Valli (la classica fragolina di bosco)…queste sono solo alcune delle varietà di questo gustoso frutto rosso!

E poi perché acquistarle? Volete mettere la soddisfazione di raccoglierle e mangiarle direttamente dal balcone? Se avete un giardino ancora meglio! Per semplificarvi la vita preferite le piantine già radicate ai semi, il periodo migliore per la piantumazione è l’estate. Ora basta che vi ricordiate di annaffiarle spesso bagnando solamente il terreno e di tenerle in un luogo arieggiato con esposizione al sole limitata a poche ore al giorno.

Dato che le fragole sono composte prevalentemente da acqua, tendono ad ammuffire rapidamente se non conservate nel modo giusto. Per prima cosa, quando le acquistate, fate attenzione che non ci siano fragole schiacciate o già ammaccate, soprattutto quelle più in basso nel cestello. Una volta a casa disponetele in un contenitore in modo che occupino un solo strato, l’ideale a questo punto è consumarle in pochi giorni dall’acquisto, e ricordatevi che se vedete una fragola leggermente ammuffita dovete eliminarla prima che contamini anche le altre!

Detto questo, consumatele come preferite e venite ad assaggiare i nostri dolci, estratti, frullati e gelati realizzati con questo goloso frutto!